Caschi Bianchi Perù

Quella voglia di cambiare il mondo

Yo defiendo la tierra, el agua porque es vida. No tengo miedo al poder de las empresas. Seguiré luchando”. Io difendo la terra, l’acqua perché è vita. Non ho paura del potere delle imprese. Continuerò a lottare.”

Scritto da Francesca Palmi, Casco Bianco FOCSIV a Lima

Mi capita spesso di pensare che un anno fa, proprio in questo preciso momento, stavo completando la mia candidatura per il Servizio Civile Universale, destinazione Perù, sognando di essere presto immersa in Amazzonia, nel cosiddetto “polmone verde” del mondo. Curiosa di osservare da vicino cosa succede in quella indescrivibile foresta, di conoscere le comunità che la abitano, di entrare a far parte di quella cosmovisione per cui la vita di un essere umano è connessa a quella di un albero o di una montagna. In quella parte di mondo dove si difende un fiume, dove ogni rimedio lo si può trovare nella natura, basta saper cercare.

Adesso, un anno dopo, mi trovo a Lima, in una delle capitali più popolose del globo, coinvolta nella lotta sociale portata avanti costantemente dalla società civile. Lotta contro le ingiustizie, lotta per il buenvivir come modello di vita più sostenibile, lucha por los derechos (lotta per i diritti) delle donne contro la violenza di genere, di Madre Natura, dei difensori ambientali minacciati perché non permettono l’ingresso nella loro terra a chi quella terra la vuole maltrattare, dei popoli andini che si oppongono da anni alle imprese minerarie, le quali saccheggiano le risorse naturali per poi scappare con il bottino, dei nativi della selva che si ribellano alle imprese petrolifere che contaminano l’acqua, l’aria, la loro vita.

“Yo defiendo la tierra, el agua porque es vida. No tengo miedo al poder de las empresas. Seguiré luchando” (Io dierndo la terra, l’acqua perché è vita. Non ho paura del potere delle imprese. Continuerò a lottare”) canta Maxima Acuña, attivista campesina di Cajamarca, premiata nel 2016 con il Goldman Environmental Prize.

La descriverei una lotta dei buoni contro i cattivi. Un’esperienza unica, intensa, dal ritmo incessante, senz’altro appassionante, arricchente, senza tregua, perché qua quando si parla di diritti umani non ci si riposa mai.

Ogni sera, mi lascio sorprendere dal tramonto di quell’accecante palla arancione che sparisce in fondo al mare, accompagnato dal turbinio di luci dei grattacieli che spuntano in lontananza. E la voglia di partecipare al cambiamento, di schierarsi per battaglie che sembrano non aver mai fine, sognando che valori come la giustizia, l’uguaglianza e il rispetto per tutti gli esseri viventi possano un giorno vincere, cresce sempre di più.

Potrebbero interessarti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ISCRIZIONE NEWSLETTER

  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
    GG trattino MM trattino AAAA
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden