Caschi Bianchi Senegal

Il Paese della “Teranga

Accoglienza e ospitalità: valori della cultura senegalese fondamentali per favorire l’integrazione e la conoscenza, anche dei nuovi volontari appena arrivati

Scritto da Filippo Vita e Maria Consolata Spano, Caschi Bianchi in Servizio Civile con Caritas Italiana a Dakar

Il Senegal è conosciuto nel mondo come il Paese della “Teranga”, ossia il Paese dell’ospitalità. Questa sensazione avvolgente, l’abbiamo percepita immediatamente una volta arrivati alla nostra sede di servizio: il centro P.A.R.I. (Centro d’Accoglienza per Migranti e Rifugiati), dove ci siamo sentiti accolti dai nostri collaboratori senegalesi e considerati fin da subito come parte della famiglia. Ad esempio un evento “tragico” come il malfunzionamento del cellulare di Maria, ha subito fatto mobilitare l’intero ufficio per cercare una soluzione veloce al problema divenendo una questione prioritaria della giornata.

Ci siamo stupiti di come i senegalesi ci abbiano accolti nelle loro vite e case! Infatti, grazie ad un amico presentatoci dalla precedente casco bianco, siamo stati invitati a casa sua per una delle feste musulmane più importanti, se non LA festa più importante, ovvero la Tabaski, in genere trascorsa rigorosamente in famiglia. Con gran orgoglio ci hanno fatto conoscere e vivere questa festività presentandoci la famiglia numerosa e i vicini di casa, coinvolgendoci nelle attività di preparazione del pasto e successivamente condividendo lo stesso piatto, secondo i loro usi.

Il nostro lavoro è fondato sul principio dell’accoglienza.  Ogni giorno vediamo come le persone  migranti che vengono accolte nel centro PARI sono ascoltate, aiutate e indirizzate verso una maggiore indipendenza. Questo è possibile grazie ai diversi corsi di formazione, come i corsi di pasticceria, perlage o per diventare idraulico e altri ancora. Inoltre il centro sostiene anche l’avvio di piccole attività economiche offrendo un supporto nell’acquisto dei materiali necessari. È appagante vedere come molte di queste persone, tornino a farci visita per raccontarci come stanno andando le loro vite e le loro attività, fieri degli obiettivi raggiunti.

La città di Dakar è immensa e a primo impatto caotica, ma dopo un breve periodo di adattamento, siamo riusciti a comprendere questo caos e a farne parte.  Dakar è una città che guarda al futuro, infatti non è difficile vedere palazzi in costruzione un po’ in tutte le zone: dalle case popolari ai grandi palazzi sedi di importanti imprese estere, ma non solo. È facile notare dai vari cartelli in lingua straniera come la città stia ricevendo grandi investimenti dall’estero, attratti dalla stabilità e crescita del Paese pur trovandosi in una regione dell’Africa instabile a causa di molteplici fattori. Inoltre, il grande porto di Dakar e le sue acque molto ricche, spronano il commercio internazionale.

Fino ad oggi la città e le persone che ci hanno accolto ci hanno permesso di integrarci al meglio nella loro cultura e siamo pronti a scoprire nuove sfumature che questo Paese avrà da offrici.

Potrebbero interessarti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ISCRIZIONE NEWSLETTER

  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
    GG trattino MM trattino AAAA
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden