• foto 1_AMESCI_Italia_Terra dei fuochi

Corpi Civili di Pace Italia

Corpi Civili di Pace nella Terra dei fuochi – Scheda racconto

Attività di sensibilizzazione, mediazione tra popolazione locale e comunità rom, audit presso i comuni e mappatura dei territori per promuovere una cultura di legalità e sostenibilità ambientale nella Terra dei fuochi.

Scritto da Alessia Zarlengo, Alessandro Borrelli, Carmen Nappi, Federica Basile, Luisa D’Ambrosio e Marika Avitabile, Corpi Civili di Pace con Amesci nella Terra dei Fuochi

“Corpi Civili di Pace nella Terra dei Fuochi” è il progetto promosso da Amesci a cui hanno partecipato Alessia, Alessandro, Carmen, Federica, Luisa e Marika. Il progetto si è realizzato in Italia, nelle provincie di Napoli e Caserta, precisamente nei 90 comuni di queste zone firmatari del patto della Terra dei fuochi.

Il contesto del conflitto

L’area denominata Terra dei Fuochi – situata tra le province campane di Napoli e Caserta, nel quadrilatero compreso tra il litorale domitio, l’agro aversano-atellano, l’agro acerrano-nolano e vesuviano e la città di Napoli – è caratterizzata dalla forte presenza di rifiuti tossici e soprattutto di numerosi roghi di rifiuti, che ne hanno originato l’appellativo.

Il fenomeno dei roghi di rifiuti e dell’inquinamento causato dall’abusivo smaltimento e dall’abbandono incontrollato di rifiuti causano gravi conseguenze sulla salute, sull’ambiente e sulla sicurezza di tali aree. Della situazione della Terra dei fuochi, da lungo tempo denunciata da molti cittadini comuni colpiti dalle gravi conseguenze derivanti dallo smaltimento illegale di rifiuti tossici, si occupano tutt’oggi moltissime associazioni che, insieme ai privati cittadini, portano avanti appelli, esposti e manifestazioni perché non venga dimenticata.

Un episodio dal campo

Le foto inserite di seguito rappresentano tre importanti “momenti di svolta” perché ci hanno dato l’opportunità di concretizzare concetti e aneddoti fino ad allora solo teorici. Ciascuna di queste esperienze infatti, seppur il progetto sia stato interrotto precocemente a causa della pandemia, è stata motivo di passione e dedizione aggiunta che ci hanno spronati ad impegnarci di più per lottare per la Terra dei Fuochi.

  • foto 1_AMESCI_Italia_Terra dei fuochi

L’immagine ritrae la nostra partecipazione al Convegno/dibattito aperto alla cittadinanza “Riprendiamoci la terra: i nuovi parchi RESIT e S. GIUSEPPIELLO”. L’incontro, tenutosi il 31 Gennaio 2020, presso la Scuola Secondaria di 1° grado Don Salvatore Vitale, ha ospitato figure come Lucia Fortini (assessore all’Istruzione, alle Politiche Sociali e giovanili della Reg. Campania), il Commissario alle Bonifiche Mario de Biase, il Sindaco di Giugliano Antonio Poziello, il prof. Massimo Fagnano, l’assessore all’ambiente Raffaele del Giudice.

L’immagine ritrae la visita fatta all’impianto CONAI “AMBIENTE S.P.A.” di San Vitaliano (NA), dove abbiamo avuto la possibilità di assistere ad una lezione informativa circa il funzionamento dell’impianto.

  • foto 3_AMESCI_Italia_Terra dei fuochi

L’immagine ritrae l’incontro realizzato con l’associazione dei Volontari Antiroghi di Acerra, i quali ci hanno raccontato la loro esperienza da cittadini, la costituzione in associazione e le modalità di azione sul territorio.

Evoluzione del conflitto

Per intervenire significativamente sull’arresto dello sversamento illecito di rifiuti è indispensabile migliorare il lavoro interforze tra tutti gli attori in campo nella Terra dei Fuochi.

Per saperne di più

Decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152 “Norme in materia ambientale”

Legge regionale 9 dicembre 2013, n. 20 “Misure straordinarie per la prevenzione e la lotta al fenomeno dell’abbandono e dei roghi di rifiuti”

Patto per la Terra dei fuochi

Libro “Rifiuti Zero. Una rivoluzione in corso” di Paul Connett

Libro “Rifiuti Zero.I Dieci passi della rivoluzione ecologica” di Rossano Ercolini

Potrebbero interessarti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIZIONE NEWSLETTER

  • Formato data:GG trattino MM trattino AAAA
  • Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy