Bolivia Caschi Bianchi

Maria e Yolanda: intervista doppia

Maria e Yolanda raccontano le loro storie, che ci permettono di dare uno sguardo, anche se da lontano, alla vita di strada.

Scritto da Gianluca Uda e Federica Degrandis

La Paz. Ci troviamo in un dormitorio situato al centro della città, nel quale vengono a dormire circa 50 chicos che vivono nella strada con età compresa tra i 5 e i 27 anni. La maggior parte di loro fa uso di droghe e alcool.

Queste due donne sono un’eccezione. Sono in pochi quelli che, pur conducendo una vita così sregolata, arrivano alla loro età.
Abbiamo scelto di intervistare proprio loro perchè appartengono ai due gruppi più grandi di La Paz, all’interno dei quali sono riconosciute come due leader. Nella vita ne hanno passate di tutti i colori.
Maria e Yolanda ci hanno raccontato le loro storie in modo del tutto spontaneo, e da questi racconti nasce la nostra intervista.

Nome, cognome età.
Maria- Maria Eujenia Blanco Alvarez, 35 anni.
Yolanda- Yolanda Olga Segales Mendoza, 38 anni (ha un po’ mentito sull’età).

Cosa fai nella vita?
M- Lavoro come aiutante di cucina nel dormitorio.
Y- Cammino tutto il giorno chiedendo l’elemosina, qualche volta lustro le scarpe
e rubo. Ora rubo un po’ di meno perchè ho un piede zoppo e non posso più correre come prima.

Singol, fidanzata, o sposata con figli?
M- Non mi sono mai sposata, ma ho un compagno che vive in carcere per tentato
omicidio. Ho avuto molte relazioni sentimentali nel corso della mia vita. Da un bel po’ di tempo
sto con Luis, anche se lo posso vedere solo due volte a settimana nel carcere.
Ho sei figli vivi, uno l’ho perso, perchè un giorno sono scivolata nel dormitorio.
Ne ho avuti tre con un uomo che ora è morto per droga: Carlos, Avier e David.
Ho avuto il piccolo che ho perso e Amelia da un Camba (1). Dayana e il piccolo appena
nato, che ancora non ha un nome, da Luis.
Y- Non mi sono mai sposata, prima convivevo con Raul da cui ho avuto un figlio.
Raul è morto pugnalato per questioni sentimentali. Mi hanno tolto mio figlio perchè vivevo in strada.
Dopo poco sono riuscita a riaverlo, ma le sue condizioni fisiche non erano buone.
Un giorno ritornando a casa ubriachissima mi sono messa a dormire con lui, il mio gatto senza
che io me ne rendessi conto ha graffiato a morte mio figlio che non avendo difese si infettò e morì.( o,
come pensano in molti, probabile che il piccolino sia morto soffocato dalla madre che dormiva ubriaca
con lui.)
Ora sto con il Ruben, qualche anno fa stavo per avere un figlio da lui.
Un giorno, mentre dormivo nella strada a fianco di un altro uomo, il Ruben, preso dalla gelosia, mi ha
dato un calcio nella pancia facendomi abortire.

A che età la prima canna?
M- Mai fatta una canna.
Y- Mai fumato marjuana.

Hai mai fatto uso di altre sostanze?
M- Si, la prima volta a 14 anni con il Vuelo(2) . Il Vuelo lo vendevo; anche per questo nella strada mi rispettano.
Ho bevuto molto alcool, una sola volta ho provato la pasta base della cocaina.
Y- A 22 anni ho provato il Vuelo e me ne sono innamorata. E tanto Alcool.

A che età la prima volta?
M- A15 anni con il mio ragazzo nel fiume.
Y- A 22 anni, mentre vendevo delle bibite, un mio amico mi ha presa.

A che gruppo appartieni? Spiegaci come hai fatto ad entrare e cosa vul dire questa appartenenza
M- Appartengo al gruppo dei Vatos Locos. Per entrare nella banda
devi uscire a rubare con loro. Se rubi bene, con il tuo guadagno devi comperare alcool e droga e
condividerlo con loro. Come segno di appartenenza ti tolgono un pezzo di carne dal polso.
Sei obbligata a stare sempre con loro e a non condividere niente con le altre bande.
E’ come una famiglia, si dorme insieme presso il fiume, ti proteggono e se viene la
polizia a violentare le nuove ragazze ti difendono.
Y- Appartengo al gruppo degli Intoccabili. Per entrare in questa banda
devi parlare col capo, donna Ely, oppure con uno dei piu vecchi della banda, come me.
Non c’è una prova specifica da superare, ma da quel momento in poi devi stare unicamente
con loro e non condividere niente con gli altri gruppi, altrimenti vieni picchiato.
Di solito come marchio di appartenenza o ti tatui il nome della banda, o ti sfreghi col dito nel polso
a tal punto che ti esce un buco (che molte volte si infetta): questo è il nostro segno.
E’ la mia famiglia, mi protegge, però devo stare solo con loro.

Che rapporti hai con l’altro gruppo?
M- Ora il rapporto è tranquillo, prima ci picchiavamo molto.
Y- Tranquillo per la maggior parte, ogni tanto succede qualche rissa ma non come
prima.

Che musica ascolti?
M- Mi piace la Cumbia.
Y- La Deleuda mi piace molto, è boliviana ed è molto melodica.

Perchè hai lasciato la tua famiglia?
M- Vivevo con mia madre ed il mio patrigno, però litigavano molto. Io lavoravo
come Baby-sitter e loro mi chiedevano sempre soldi per comprare le loro cose e a me non lasciavano
nulla, un giorno mi sono stancata ed all’età di 13 anni sono scappata.
Y- Vivevo con mio papà, che beveva molto, e con le mie cinque sorelle di cui tre
ora sono morte. Mia mamma era morta. Sono scappata di casa a 15 anni e non sono più tornata.

Sei mai stata in carcere?
M- No, ci vado solo per incontrare Luis.
Y- Non sono mai stata incarcerata, mi hanno preso varie volte per furto, ma in
quel periodo avevo molti soldi perchè rubavo bene; così, siccome la polizia qua è molto corrotta,
pagavo e mi lasciavano andare senza che nessuno sapesse nulla.

Destra o sinistra?
M- Sinistra.
Y- Destra.

Cosa ne pensi del tuo paese?
M- Il mio paese sta andando male, non c’è più vita, non mi bastano i soldi che
guadagno e il costo della vita è aumentato, prima non era così.
Y- Sta andando malissimo, la polizia ci picchia senza motivo, non si può più stare tranquilli in strada.

Cosa vuoi fare da grande?
M- Voglio continuare a lavorare per i miei figli affinchè non passino ciò che io ho
passato e sperando non seguano i miei stessi passi facendo gli sbagli che io ho fatto.
Y- Mi piacerebbe vendere dolci o avere un piccolo negozio, non voglio
più rubare, anche perchè per me ora con il mio piede è difficile.

Quale è la cazzata più grande che hai combinato nella tua vita?
M- Tutta la mia vita, perchè ora vedo alcuni dei miei amici di prima che hanno
la loro famiglia, stanno bene, hanno studiato e io sono così..mi pento.
Y- Prima ero molto cattiva anche con le altre ragazze, tagliavo loro la faccia, le
picchiavo, lottavo nella strada col coltello. Poi, da quando è nato mio figlio, mi sono calmata.

La posizione che preferisci a letto
M-Missionario.
Y- Mi piace dormire in hotel col Ruben quando abbiamo i soldi, però ormai non
facciamo più di tanto, solo dormiamo insieme e nella strada questo non si può fare.

Cosa cambieresti nella tua persona?
M- Mi piaccio così.
Y- Non cambierei niente, va bene così, prima ci tenevo alla mia persona, da
giovane e prima che mio marito mi tagliasse la faccia perchè mi incolpava della morte del mio
bambino e voleva obbligarmi a tornare con lui, ero molto carina.
Non mi interessa più tenermi bene, truccarmi, vestirmi bene.

Il tuo sogno piu grande?
M- Spero di dare ai mie figli tutto ciò che io non ho avuto, studiare, una casa dove
non manchi loro nulla, una famiglia con il papà. Spero che per i miei figli si compia tutto questo. Ora
penso solo a loro e non più a me stessa come prima.
Y- Spero di rimanere per sempre con il Ruben. Tranquilla, senza litigi, perchè lui
in fondo mi tratta bene e non mi sfreggia come l’altro. Mi picchia solo qualche volta.
Note:

1. Sono le persone che vivono nel sud della Bolivia
2. Trittico di gasolina, carosene e diluente che si inala.

Potrebbero interessarti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ISCRIZIONE NEWSLETTER

  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
    GG trattino MM trattino AAAA
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy

  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden
  • Hidden