• Caschi Bianchi Focsiv

Caschi Bianchi Perù

Il sorriso umile e contagioso di Villa Maria del Triunfo

L’attività di distribuzione dei farmaci alle fasce più impoverite della popolazione, che ha coinvolto Cristina nel suo servizio, è l’occasione di incontro con i volti e le storie degli abitanti di Villa Maria.

Scritto da Benedetta Calabrese, Casco Bianco FOCSIV a Lima

E così, senza rendermene conto sono passati undici mesi, i più veloci della mia vita, in questa piccola e grande parte del mondo.

Ho sempre pensato di fare un’esperienza di volontariato, tra i poveri, tra gli ultimi, che però ho sempre abbandonato nascondendomi dietro mille finte scuse, problemi, più che altro per paura di dover lasciare una vita piena di comodità, di agi, di cose facili, di divertimenti, per qualcosa che potevo solo lontanamente immaginare!
E invece eccomi qua. Mi trovo a Villa Maria del Triunfo, una zona molto povera di Lima.
Prima di arrivare ho cercato più informazioni possibili, foto, testimonianze su quello che sarebbe stato il posto dove avrei trascorso un anno della mia vita, senza capire però quanto potesse essere differente viverlo. L’impatto è stato veramente forte, l’odore che si respira è un misto di sabbia e spazzatura bruciata, il caos di mototaxi che tutto il giorno e tutta la notte girano per le strade, i cani che abbaiano e soprattutto una serie di montagne di sabbia che qua chiamano “cerro” piene di casette abusive costruite in modi veramente molto precari piene di gente povera che si è trasferita dalla provincia nella città in cerca di “fortuna”!
Inutile dire che l’inizio non è stato facile, abituarmi a vivere con altre persone, condividere gli spazi, il tempo, senza riuscire a stare mai soli, anche solo per cercare di fare un po’ “tua” questa realtà, e soprattutto capire quale potesse essere il mio ruolo qui.
Sicuramente la cosa che mi ha più aiutata è stata l’accoglienza che ho avuto. Il cariño di queste persone è veramente una cosa che lascia senza parole… Nonostante le condizioni in cui vivono, le storie assurde che spesso qui sono normalità, e fanno parte della loro esistenza, l’estrema povertà che li circonda, queste persone non perdono mai il sorriso, la forza di andare avanti, e,soprattutto, non tralasciano occasione per gioire della presenza di chi offre loro un aiuto ed un supporto umano.
I primi mesi sono passati nello scoprire bene Villa Maria del Triunfo.
Qui vivo e lavoro presso la Comunità Missionaria di Villaregia. La comunità è una ONG che opera a Lima dal 1986 e in questi anni ha avviato una serie di progetti finalizzati sia ad un’opera di evangelizzazione e sia a fornire un aiuto concreto a queste persone sicuramente meno fortunate di noi.
Sono stati realizzati, infatti, centri culturali dove si tengono corsi formativi per insegnare ai giovani con difficoltà economiche un qualunque tipo di mestiere, dal parrucchiere al pasticcere o all’elettricista, facilitandone l’ingresso nel mondo del lavoro e cercando, inoltre, di offrire loro uno spazio in cui poter stare insieme e costruire legami e amicizie. Sono stati realizzati asili che accolgono i bambini della Comunità ed un Policlinico che permette alle persone di avere cure mediche e medicinali a prezzi accessibili. Vi sono poi mense popolari, gestite da signore del posto, che per pochi centesimi cucinano, dando la possibilità a tutti di avere ogni giorno un pasto caldo.
Sono state anche realizzate sette cappelle, sparse sul territorio, ove i Missionari curano la catechesi di adulti e ragazzi e consentono a tutti di avere a disposizione un luogo di raccoglimento e preghiera.
La mia esperienza qui è iniziata fin da subito con il lavoro al Policlinico dove mi sono occupata del settore farmaceutico che è poi il mio ambito professionale, essendo io stessa una farmacista.
Il lavoro mi ha aiutato a capire e ad immedesimarmi nella vita di queste persone. Nell’ambito della mia esperienza lavorativa mi sono occupata dei farmaci che arrivano al Policlinico sotto forma di donazione e del loro miglior utilizzo possibile nella cura delle varie patologie. Nel corso della mia esperienza quello che mi ha più colpita è stato il vedere quanto i farmaci, che in Italia sono alla portata di tutti, qui rappresentano un bene prezioso e quanto possano essere d’aiuto a persone malate e spesso prive di speranza.
In Italia, abbiamo assicurazioni e servizi sanitari pubblici che più o meno coprono le spese mediche e assicurano a tutti la possibilità di potersi curare. Qui tutto questo non esiste! Se non lavori e sei povero hai diritto solo ad una assicurazione che non copre quasi nulla e spesso per persone con difficoltà economiche riuscire a curarsi è veramente molto difficile. E quando riesci a dare loro medicine e cure a un prezzo accessibile, vedere i volti dei vecchietti pieni di rughe date da anni di duro lavoro e di tragedie, di mamme e papà che non sanno come arrivare a fine giornata per dare da mangiare ai figli, di adolescenti che badano ai fratellini soli perché i genitori sono sempre a lavoro, è qualcosa di veramente unico che ti riempie fino quasi a farti perdere il respiro.
E quando arriva la sera, nonostante la stanchezza, la lontananza dalla famiglia, dagli amici, ti senti bene, ti senti felice. E capisci come un posto come Villa Maria del Triunfo e il suo popolo senza lauree, studi, con poche conoscenze, ma con le loro storie, i loro balli, le loro musiche, i loro sorrisi, possa insegnarti, possa farti crescere, e soprattutto farti capire che ci può essere dignità e bellezza anche qua!
Questa esperienza resterà per me un ricordo indelebile e mi piace pensare che non si concluda qui ma che, anche in un futuro prossimo io possa, col mio lavoro, continuare a portare aiuto e soccorso a quanti si trovano in situazioni di difficoltà e riuscire a strappare loro ancora un sorriso.

Potrebbero interessarti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIZIONE NEWSLETTER

  • Formato data:GG trattino MM trattino AAAA
  • Desidero ricevere vostre comunicazioni e richieste personalizzate via email. Informativa Privacy