Regione Emilia Romagna
Regione Emilia Romagna
Durante il convegno “Servizio Civile: ne vale la pena” è stato lanciato il Bando Straordinario di Servizio civile a favore delle popolazioni colpite dal sisma: 450 posti, di cui 100 messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna e riservati a ragazzi e ragazze stranieri. C’è tempo fino alle ore 14 del 30 gennaio per presentare le domande. Il progetto è dedicato a Daniele Ghillani, il giovane in servizio civile di Parma che ha perso la vita in Brasile

Sono 450 i posti di servizio civile a favore delle zone colpite dal sisma messi a disposizione attraverso un bando  straordinario per il 2013: 350 saranno riservati a giovani italiani, ai quali la Regione Emilia-Romagna affiancherà, grazie alla legge regionale 20/2003, nell’ambito del servizio civile regionale, ulteriori 100 posti riservati a giovani comunitari e stranieri, d’età compresa tra i 18 e i 28 anni, in regola con la normativa di soggiorno.

Intitolato a Daniele Ghillani, il giovane di Parma che il 16 ottobre 2012 ha perso la vita mentre svolgeva attività di servizio civile in Brasile, il progetto  “Per Daniele: Straordinario Come Voi”  permetterà a centinaia di giovani provenienti anche dalle zone terremotate (nel bando è stata data priorità proprio a questi ultimi), di impegnarsi nelle province di Modena, Ferrara, Bologna e Reggio Emilia nei settori educativo e assistenziale, con attività a favore della popolazione colpita dal sisma, nella fase di ripresa della vita sociale, di ricostruzione e di ritorno alla normalità.

Il bando uscirà il 15 gennaio 2013. Da tale data e fino a mercoledì 30 gennaio 2013 (entro le ore 14) i ragazzi e le ragazze interessate potranno presentare domanda di partecipazione.

Altri 100 posti per attività nell’ambito dei beni culturali e nelle regioni Veneto e Lombardia  saranno  messi a disposizione con un bando successivo.

I Comuni colpiti dal sisma e gli enti del terzo settore hanno fin da subito partecipato alla progettazione dell’intervento che dovrà diventare operativo nel più breve tempo possibile. Complessivamente si tratta di 81 enti di cui 64 pubblici e 17 privati, con capofila il Comune di Modena.

La durata del servizio civile volontario è di 12 mesi per 30 ore settimanali e prevede il riconoscimento dell’assegno mensile di 433,8 euro, l’assicurazione, l’assistenza sanitaria, il riscatto su domanda e su contribuzione individuale dell’anno di servizio ai fini pensionistici e la validità del periodo a fini concorsuali.

Nel 2012 i ragazzi che hanno fatto, o stanno facendo, il Servizio Civile (in Italia e all’Estero) sono 18.465, di cui 12.557 donne. In Emilia-Romagna il bando ha riguardato 929 ragazzi, di cui 652 donne. I ragazzi stranieri sono stati 123 anche in questo caso (83) in maggioranza donne.

Il 15 gennaio, sul portale ER Sociale (http://sociale.regione.emilia-romagna.it) e nel sito internet del Dipartimento Gioventù e Servizio Civile Nazionale saranno pubblicate tutte le informazioni relative al Bando straordinario.

Attualmente, sempre sul portale sono pubblicati alcuni video promozionali per far conoscere questa opportunità realizzati in parte da gruppi di ragazzi e in parte dalla Regione stessa, tra i quali l’esperienza di Servizio Civile di Enzhi che trovate qui sotto.

https://www.youtube.com/watch?v=UUQ8E7QrYw62tk1clULaB9JA<span>

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *